Lirius Games presenta “iF”, il progetto vincitore del Lazio Gaming Project Sprint

Il videogioco, volto a sensibilizzare le persone su temi globali e attuali, arriva dal contest indetto da Regione Lazio attraverso Lazio Innova per l’ideazione, la progettazione e l’illustrazione di una proposta di gamification

10 febbraio 2020 - Nell’ambito dell’ultima edizione di Rome Video Game Lab è stato annunciato il vincitore del Lazio Gaming Project Sprint, il contest indetto da Regione Lazio attraverso Lazio Innova per l’ideazione, la progettazione e l’illustrazione di una proposta di gamification. Il concorso, realizzato in partnership con IIDEA e con altri importanti soggetti nazionali e internazionali, ha visto conquistare il podio Giacomo Cimini e Sónia Gonçalves di Lirius Games.

Il Lazio Gaming Project Sprint ha visto la partecipazione di sette team composti sia da studenti di game development che da sviluppatori di videogiochi. Ciascuno dei team ha scelto il tema del proprio progetto selezionandolo da una rosa di quattro tracce fornite da IIDEA e dagli altri partner del progetto. E dopo una settimana di tempo necessaria a sviluppare il concept, ogni gruppo ha presentato un video pitch e un gamification canvas per illustrare il proprio progetto.

Nella vita reale sono regista e sceneggiatore, specializzato in fantascienza, ma da appassionato di videogiochi ormai da tempo mi chiedevo come sarebbe stato crearne uno. Durante il lockdown mi sono immerso nello studio di Unreal Engine”, racconta Giacomo Cimini. “Quando abbiamo visto il bando di gara per il Lazio Gaming Project Sprint abbiamo pensato che fosse l’occasione perfetta per provare a dare sfogo alla nostra creatività e abbiamo pensato a iF, un gioco strategico a turni che avesse al centro un messaggio in grado di sensibilizzare il giocatore verso una tematica tanto importante quanto il cambiamento climatico”.

Tra le quattro tracce disponibili, Lirius Games ha scelto “Dalla scienza alla fantascienza: immaginare futuri possibili attraverso i videogiochi” e si è aggiudicato il primo premio presentando il concept del progetto “iF”, un videogioco di strategia a turni in cui il giocatore può ripristinare l’ecosistema e salvare il mondo dall’estinzione oppure controllare il clima stesso e giocare contro i cinque continenti.

La sfida ci ha chiesto di utilizzare il videogioco per descrivere un possibile futuro rivoluzionato da una possibile scoperta scientifica o tecnologica”, spiega Sónia Gonçalves.Io sono un’economista, insegnante di economia e ricercatrice, che negli ultimi mesi ha vissuto il mondo e l’universo dei videogiochi studiando il ruolo che il videogioco ha avuto nell’esistenza di un appassionato come Giacomo durante un periodo tanto particolare, anche emotivamente, come quello della quarantena. Per questo progetto abbiamo deciso di fare leva sulle nostre competenze specifiche per creare uno strategico a turni che potesse coniugare questi due aspetti”.

Avere poco tempo per l’elaborazione di una prima bozza del progetto ha costretto Lirius Games a ottimizzare i tempi. Ma ora che Giacomo e Sónia si sono aggiudicati il podio del contest, e un montepremi di 3.000 euro, inizia la fase di incubazione e di espansione del team, con un occhio in particolare verso i professionisti della programmazione che potranno collaborare per la realizzazione di iF. Inizia così il percorso per la realizzazione di un videogioco che non sia unicamente didattico ma che possa interessare anche gli appassionati di videogiochi. Il tutto con il supporto di Regione Lazio e Lazio Innova, che continueranno a seguire la crescita del team e del progetto.

I cittadini e le startup del Lazio possono infatti sviluppare competenze tecniche e digitali nei settori del game, della cultura e del turismo nello Spazio Attivo LOIC di Zagarolo, un hub a supporto dell'innovazione che offre diversi servizi al territorio, tra cui il FabLab regionale per la prototipazione di videogiochi e di laboratori per l’incubazione per l’avvio di nuovi progetti imprenditoriali.

Scopri di più sul Progetto "iF"

Lirius Games presenta “iF”, il progetto vincitore del Lazio Gaming Project Sprint

La sfida ci ha chiesto di utilizzare il videogioco per descrivere un possibile futuro rivoluzionato da una possibile scoperta scientifica o tecnologica