Esports: IIDEA presenta al Ministero della Cultura le proposte dell’industria dei videogiochi per una possibile regolamentazione del settore

Roma, 28 settembre 2023 – Si è tenuto oggi, presso il Ministero della Cultura, l’evento “L’ecosistema degli esports in Italia. Inquadramento normativo, scenari e prospettive di crescita per il settore”, organizzato da IIDEA, l’associazione che rappresenta l’industria dei videogiochi in Italia. Gli esports hanno visto un decremento di utenti nel post-pandemia per il ritorno alle attività outdoor, tuttavia, l’Italia resta un paese di riferimento in Europa, confermandosi insieme a Polonia e Spagna tra i tre paesi con una maggiore incidenza e con un maggiore coinvolgimento dei fan. Il 24% della popolazione italiana tra i 16 e i 65 anni fruisce degli esports, ovvero quasi 9 milioni di persone, in particolare i Millennials (54%) e la Gen Z (19%). Oltre 4 milioni di persone in Italia tra i 16 e i 65 anni hanno invece fruito più di 4 ore a settimana nei primi 6 mesi del 2022 (Ricerca Deloitte 2022 Let’s Play).

Il punto di partenza della discussione è stata l’importante risoluzione del Parlamento europeo su esports e videogiochi approvata a novembre 2022 (Relazione – A9-0244/2022, Parlamento Europeo), che ha definito gli esports come parte non solo del settore dei videogiochi, ma più in generale del comparto della cultura e dei media. La risoluzione, inoltre, ha evidenziato le differenze con il settore dello sport, vista la natura digitale dei videogiochi e la centralità dei diritti di proprietà intellettuale. Nel solco della risoluzione, i principali operatori del settore hanno condiviso le sfide e le opportunità del mondo esports in Italia con le istituzioni afferenti al mondo della cultura presenti: il Sottosegretario di Stato al Ministero della Cultura, Sen. Lucia Borgonzoni, il Presidente della Commissione Cultura al Senato della Repubblica, On. Roberto Marti, il Presidente della Commissione Cultura alla Camera, On. Federico Mollicone, il deputato On. Luca Toccalini.

Nel corso del dibattito è emerso che attualmente le imprese italiane sono soggette a regole e sopportano oneri aggiuntivi significativi rispetto alle imprese di altri mercati europei, come Francia, Spagna o Germania, versando quindi in una situazione di svantaggio competitivo in un mercato unico come quello europeo. Sono inoltre state evidenziate le potenzialità di sviluppo ancora inespresse del settore in Italia, con tutte le opportunità correlate per l’attrazione di eventi sul territorio nazionale, insieme ad opportunità sociali, educative e professionali.

Con l’occasione IIDEA ha presentato le proprie raccomandazioni e proposte per una possibile regolamentazione del settore in Italia, prendendo a modello la Francia, uno dei mercati più competitivi in Europa per gli esports e i videogiochi, e con il fine che tutte le competizioni videoludiche in Italia possano svolgersi nel rispetto dei principi di libertà economica, tutela dei consumatori e protezione dei minori. Le proposte comprendono definizioni in linea con l’Europa, obblighi di dichiarazione preventiva e di garanzie in caso di montepremi oltre un certo importo per gli organizzatori di competizioni videoludiche, limiti per la partecipazione dei minori, sanzioni in caso di inosservanza degli obblighi previsti.

Come Sottosegretario l’attenzione è massima nei confronti di un settore capace di coniugare creatività e intrattenimento e di parlare a un pubblico ampio. Ringrazio tutti coloro i quali hanno organizzato e promosso l’incontro di oggi, interessante occasione per un confronto sul presente e sul futuro di un comparto in costante crescita. Le politiche che abbiamo adottato e adotteremo mirano a un sempre maggiore sviluppo dell’industria culturale e creativa italiana, grande famiglia di cui le imprese dell’ecosistema degli esports fanno sicuramente parte” ha dichiarato il Sottosegretario di Stato al Ministero della Cultura, Sen. Lucia Borgonzoni.

Ringraziamo le istituzioni che ci hanno accolto oggi per averci dato la possibilità di presentare le nostre istanze per una possibile regolamentazione del settore esports in Italia” – ha dichiarato Marco Saletta, Presidente IIDEA – “Laddove si volesse procedere, il nostro auspicio, come associazione di riferimento per il settore, è che qualsiasi intervento possa tenere in considerazione due obiettivi principali: valorizzare l’importanza culturale, educativa e sociale dei videogiochi, inclusi quelli competitivi, e rimuovere le barriere che attualmente ostacolano la competitività, al fine di attrarre investimenti sul territorio nazionale e di creare condizioni di parità per operare sul mercato internazionale da parte delle imprese italiane.

Leggi anche

Safer Internet Day: IIDEA rilancia Tutto sui videogiochi, il portale dedicato a genitori e educatori per conoscere il mondo dell’intrattenimento digitale interattivo

In occasione del Safer Internet Day, IIDEA, l’associazione di categoria dell’industria dei videogiochi in Italia, rilancia Tutto sui videogiochi.it, il portale dedicato ai genitori, agli educatori e a tutti coloro che vogliono comprendere meglio il mondo dei videogiochi e utilizzarli al meglio delle loro potenzialità.

Leggi di più

“Prendi il controllo”: la campagna di IIDEA per promuovere la migliore esperienza di gioco in famiglia in vista delle feste natalizie

In vista delle prossime feste natalizie, IIDEA – l’associazione di categoria dell’industria dei videogiochi in Italia – lancia la campagna “Prendi il controllo”. L’obiettivo dell’iniziativa è di ricordare ai genitori l’esistenza di strumenti che permettono di gestire al meglio l’uso dei videogiochi in famiglia e fornire cinque consigli utili per assicurare un’esperienza di gioco sicura.

Leggi di più